Non basta avere una buona idea e avere la capacità di comunicare.

Per creare (e gestire) un portale di equity crowdfunding, é necessario iscriversi all'albo previsto dalla Consob.
L'iscrizione impone la definizione di una proceduta istruttoria non impossibile ma certamente non facile.

Tra le varie incombenze é prioritario far comprendere all'autorità di vigilanza che i promotori dell'iniziativa possiedono i requisiti di onorabilità e professionalità per poter accedere all'albo, che gli azionisti del portale abbiano anch'essi i requisiti di onorabilità previsti dal dm 469/98 e che la società che gestisce il portale abbia la necessaria struttura organizzativa.

Periodicamente si rende necessario fornire all'autorità la situazione aggiornata su tali adempimenti.
Il tutto puo' comportare una eccessiva burocratizzazione del processo a discapito dell'attività commerciale vera e propria.

Perché allora non affidare in outsourcing a soggetti abituati a confrontarsi con la burocrazia e con l'autorità di Vigilanza tutte queste incombenze?
Perché non farsi almeno aiutare nella gestione dell'istruttoria iniziale o in una qualunque fase del processo da un tutor di propri fiducia?

Unicasim si presenta in questa veste e forte della propria esperienza nella prestazione si servizi di investimento, presta la necessaria consulenza alle imprese, ivi compresa quella finalizzata all'equity crowdfunding.